Bene, andiamo ora ad analizzare le sue caratteristiche, già si erano viste le corone Rotor Aero, la quale è uscita con una nuova corona QXL dove viene ulteriolmente stressato l'aspetto ovale, adesso con queste O'Symmetric la situazione è maggiormente ampliata. Facilmente montabile su i gruppi DuraAce Elettronici Di2 e Ultrega Di2 dove vanno a nozze....

 

 

Come potete vedere in queste condizioni nei punti morti superiore ed inferiore abbiamo una leva di spinta molto sfavorevole. Se, sempre in queste condizioni, in tali punti diminuiamo il braccio della leva da spingere (in Fisica Forza resistente), cioè riduciamo il diametro della corona abbiamo un vantaggio.Analogamente se aumentiamo il braccio nei punti di leva più favorevole cioè aumentiamo il dialetro della corona abbiamo ancora un vantaggio. Da un punto streattamente fisico tali vantaggi sono incontrovertibili.In conclusione il risultato pratico dovrebbe essere una pedalata più rotonda e meno a stantuffo.Ora per coloro che voglione prendere un 52/42 devono capire che un 42 nel ritorno sviluppa un 38, sia chiaro non devono farsi prendere dalla paura che sia un 42 fisso, visto la diversa rotondità della corona utilizzata.Mentre coloro che già utilizzano le Rotor QRings da 36, in ritorno la O'Symetric se prendete una BCD 110 con passo 52/38 la 38 sviluppa un 34.Ci vogliono circa 3/4 uscite per far abituare la nostra gamba alla nuova pedalata ma una volta abituate andate come un treno, avrete una sensazione di spinta maggiore di circa il 5% e un ritorno nel recupero altrettanto efficace, questo vi porterà ad una cadenza media che aumenta di 4/5 rpm, nel fuori sella vi evita il saltellio con il rapporto corto, così come sulle 120 pedalate non si salta più in sella. Ma, secondo la prima impressione, nei falsipiani e strappi attorno al 2/3% c'è il massimo del rendimento, si riesce a tenere un'alta velocità e un'alta cadenza con relativo sforzo. E qui,taac scatta il meccanismo! cioè, vengono coinvolti nella pedalata muscoli diversi rispetto ai soliti utilizzati, in particolare modo i glutei. Da qui, è necessario una buona dose di km per fare un buon adattamento. Penso che per gustare appieno le potenzialità delle corone, ci vogliano almeno 500 km di adattamento, in modo da non incorrere in stupidi( ma da non prendere alla leggera) infortuni quali affaticamento muscolare, contratture e nel più grave dei casi infiammazioni in qualche tessuto.Poi certo ognuno di noi ha le sue caratteristiche quindi come tutte le cose c'è a chi piace e a chi vuole rimanere con la classica tonda.....Ultimo aspetto importante da i risultati di vari tests stressano meno le ginocchia, visto che portano in avanti il Punto Morto Superiore.....Vi aspettiamo in negozio per le vostre O'Symetric...........

 ------- STAY ON AIR -------

By CICLI BORTOLOTTO